Trentino Rosa

News

17 Novembre 2019,
immagine news

Torna alla vittoria e lo fa in modo convincente la Delta Informatica Trentino. Ovvero vincendo in tre frazioni, il modo migliore per riscattare la debacle di Busto Arsizio e prepararsi al meglio al big match contro ...
LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

16 Novembre 2019,

Voglia di riscatto. Questo l'imperativo in casa Delta Informatica Trentino dopo il primo passo falso commesso domenica scorsa...
LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

10 Novembre 2019,

Che sarebbe stato un match ostico e da non sottovalutare lo si era detto già alla vigilia della sfida ma nessuno avrebbe pro...
LEGGI TUTTO L'ARTICOLO


Leggi tutte le news

Una scatenata Furlan “mura” Soverato, la Delta Informatica Trentino rafforza il secondo posto grazie al perentorio 0-3 di Palmi e si avvicina alla capolista Perugia

Non si interrompe neanche in terra di Calabria la striscia vincente della Delta Informatica Trentino. Contro il quotato Volley Soverato capitan Fondriest e compagne hanno centrato la sesta vittoria consecutiva espugnando in tre soli set il parquet di Palmi, per quest’occasione “casa” della compagine calabrese. Un successo che rafforza il secondo posto in classifica delle gialloblù a tre sole giornate dal termine della pool promozione, assicurando inoltre a Trento la presenza ai playoff. Non solo, però, perché con la sconfitta della capolista Perugia, la Delta Informatica accorcia le distanze dalla prima della classe, portandosi a tre soli punti dalle umbre.
Da circoletto rosso la prestazione di una straordinaria Eleonora Furlan. La centrale numero 12 gialloblù, così come del resto le sue compagne, ha fatto la differenza con il fondamentale del muro, andando a segno la bellezza di 9 volte. Ottima prestazione anche del libero trentino Ilenia Moro, presente ove il muro gialloblù non riusciva ad arrivare e dell’opposto Giorgia Mazzon, autrice di 16 punti personali con il 41% di efficienza a rete. Per Soverato giornata negativa nel fondamentale dell’attacco, dove ha incassato 20 muri oltre a nove errori diretti.
Negro si affida al consueto starting six con Moncada al palleggio, Giorgia Mazzon opposto (con la solita staffetta in seconda linea con Mason), McClendon e Fiesoli laterali, Fondriest e Furlan al centro e Moro libero. Il tecnico calabrese Napolitano risponde con Boldini al palleggio, l’ex Aricò opposto, Hurley e Tanase in posto-4, Guidi e Boriassi al centro e Napodano libero.
Parte forte Soverato con un muro di Tanase su Mazzon ed un ace di Hurley, portandosi sul +3 (4-1). La Delta Informatica ci mette poco a prendere le misure alle avversarie e con il turno al servizio di Fiesoli mette a segno un break importante che le permette di condurre nel punteggio (5-8). Le trentine riescono ad allungare nuovamente nel successivo turno al servizio della stessa Fiesoli con due punti consecutivi di Mazzon ed un’invasione aerea della palleggiatrice Boldini (12-17). Napolitano si gioca la carta del doppio cambio palleggiatore-opposto inserendo Mangani che tanto bene aveva fatto nella partita d’andata al Sanbàpolis ed è proprio la schiacciatrice numero 16 biancorossa a riportare le calabresi in corsa (17-19). Negro ferma il gioco e al rientro in campo la Delta, grazie soprattutto a McClendon, riesce a fuggire sul +3 (21-24). Boriassi in attacco ed Aricò con un ace annullano i primi due set point trentini ma poi è una diagonale vincente di Mazzon al termine di un’azione lunghissima a mettere la parola fine alla frazione (23-25).
Il secondo set inizia con una Delta Informatica scatenata nel fondamentale del muro: i block rispettivamente di Mazzon, Furlan e McClendon valgono tre dei primi quattro punti trentini (3-4). Soverato prova a cercare traiettorie complicate per evitare il muro di Fondriest e compagne ma il tutto senza successo (8-12). Napolitano come nella frazione precedente inserisce Mangani ma questa volta nel ruolo di schiacciatrice e la giovane ex Club Italia con due punti in attacco e un ace mette a segno un parziale di cinque punti (13-12). La Delta non molla la presa e anche in questo caso riesce a rovesciare il risultato e a portarsi sul +4, grazie alle giocate in attacco di Giorgia Mazzon (15-19). Il secondo set si chiude proprio come si era aperto: con un muro vincente di Furlan (20-25).
Delta Informatica in evidenza anche ad inizio terzo set con le trentine che riescono a mettere in difficoltà la ricezione calabrese. Tre muri di Furlan su Tanase ed uno di Fiesoli portano la Delta Informatica al massimo vantaggio (0-7). Le difese del libero Napodano provano a suonare la carica in casa Volley Soverato ma la Delta sulle ali dell’entusiasmo non sbaglia più un colpo in attacco e a muro continua a fare la voce grossa (6-13). Soverato non riesce più a reagire allo strapotere trentino e la Delta ipoteca la vittoria del set e dell’incontro (13-21). Chiude il match un muro di capitan Fondriest (14-25).
«Non posso che fare per l’ennesima volta i complimenti alle ragazze, soprattutto per la prestazione offerta con il fondamentale del muro – spiega a fine gara Nicola Negro, tecnico della Delta Informatica Trentino – Abbiamo vinto praticamente un set intero proprio grazie al muro e lo abbiamo fatto contro una squadra davvero molto dotata e pericolosa in attacco come Soverato. Abbiamo faticato, invece, con il fondamentale dell’attacco complice un servizio molto insidioso da parte delle nostre avversarie ma abbiamo ben compensato con altri aspetti del nostro gioco, su tutti il muro. La classifica la guarderemo solamente al termine del pool promozione, noi dobbiamo pensare solo ed esclusivamente a giocare come sappiamo fare e tutto il resto verrà di conseguenza».

Il tabellino della partita giocata al Pala Surace di Palmi

Volley Soverato – Delta Informatica Trentino 0-3
Parziali: 23-25; 20-25; 14-25
Volley Soverato: Boldini 2, Aricò 10, Hurley 8, Tanase 8, Guidi 3, Boriassi 7, Napodano (L); Formenti 0, Saccani 0, Mangani 5, Riparbelli 0, Barbiero ne. All. Bruno Napolitano
Delta Informatica Trentino: Moncada 2, Mazzon G. 16, McClendon 15, Fiesoli 4, Furlan 12, Fondriest 6, Moro (L); Mason 0, Tosi ne, Mazzon A. ne, Vianello ne, Carraro ne . All. Nicola Negro
Arbitri: Fabio Toni e Paolo Scotti
Durata set: 29′, 28′, 21′ (totale: 1h18′)
Note: Volley Soverato (attacco 33, muro 6, ace 4, errori azione 9, errori battuta 8), Delta Informatica (attacco 33, muro 20, ace 3, errori azione 11, errori battuta 1).