Trentino Rosa

News

13 ottobre 2018,
immagine news “Casa dolce casa”. Con una prova estremamente convincente la Delta Informatica Trentino bagna il debutto casalingo superando in tre set la Sigel Marsala, riscattando così la sconfitta rimediata domenica scorsa a San Giovanni in Marigna...
LEGGI TUTTO L'ARTICOLO
12 ottobre 2018,
C'è una sconfitta di riscattare. Dopo l'amaro esordio stagionale, coinciso con la sconfitta in tre set rimediata domenica scorsa a San Giovanni in Ma...
LEGGI TUTTO L'ARTICOLO
07 ottobre 2018,
Inizia con una sconfitta la nuova stagione della Delta Informatica. La formazione trentina non riesce ad esprimere una buona pallavolo sul campo del q...
LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Leggi tutte le news

Delta Informatica da applausi. Al Sanbàpolis le gialloblù archiviano la pratica Marsala in tre set. Premio di mvp per un’ottima McClendon

dsc_2986

“Casa dolce casa”. Con una prova estremamente convincente la Delta Informatica Trentino bagna il debutto casalingo superando in tre set la Sigel Marsala, riscattando così la sconfitta rimediata domenica scorsa a San Giovanni in Marignano. Al Sanbàpolis le gialloblù hanno offerto una prestazione maiuscola, trovando nell’americana Deja McClendon, a fine gara votata mvp del match, il proprio terminale offensivo principale (per lei 16 punti con un ottimo 53% di positività a rete). Ma a muoversi molto bene è stato l’intero sestetto di Nicola Negro, comprese Moro e Fiesoli, in campo nonostante non fossero al 100% della condizione. Molto attenta Furlan a muro (4 stampi), brillante Moncada in regia, attentissima Moro in difesa. Nella metà campo siciliana, assente la laterale polacca Brzezinska, a mettersi in luce è stata principalmente la giovane centrale Tatijana Fucka, top scorer della Sigel con 14 punti, il 75% in attacco e 2 muri.
Negro si è affidato a Moncada in regia, Baldi opposto, Fiesoli e McClendon in posto-4, Furlan e Fondriest al centro e Moro libero. Il tecnico siciliano Barbieri ha risposto con Avenia al palleggio, Taborelli opposto, Salvestrini e Angeloni laterali, Tatijana Fucka e Gabrieli al centro e Ameri libero.
Dopo una partenza contratta la Delta Informatica Trentino prende coraggio e trascinata da un’ottima Fiesoli, a segno in attacco da prima e seconda linea, piazza il primo break dell’incontro allungando 9-6 grazie all’ace di Baldi “smorzato” dal nastro. Barbieri prova a cambiare le carte in tavola dando spazio alla seconda palleggiatrice Turlà ma le gialloblù continuano a spingere sull’acceleratore, trovando in Fiesoli un prezioso punto di riferimento in attacco (13-8). Tra le fila trentine cresce vistosamente anche McClendon, Furlan si fa sentire a muro e la Delta giunge fino al 18-11. Un calo di attenzione delle gialloblù permette alla Sigel di avvicinarsi nel punteggio (22-20) ma la solita Fiesoli e Moncada, con un attacco di prima intenzione, regalano la frazione a Trento (25-20).
Sulle ali dell’entusiasmo la Delta Informatica Trentino alza il muro e la prima fase del secondo set è tutta di marca gialloblù: vanno a segno a muro Baldi, Furlan e Fondriest, mentre Moncada si esalta dalla linea dei nove metri (11-3). La Sigel fatica ad arginare i colpi in attacco di Baldi, McClendon e Fiesoli le danno man forte non sbagliando praticamente nulla ma è l’intero sistema di gioco trentino a funzionare alla perfezione (18-8). La Delta giunge fino al 22-13 non facendo i conti, però, con l’orgoglio di Marsala: le siciliane risalgono prepotentemente fino al 23-19 costringendo Negro a ricorrere al time out. La Sigel approfitta di un altro errore trentino per portarsi a -2 (23-21), il Sanbàpolis inizia a tremare e serve la fast di capitan Fondriest per ottenere il cambio-palla più sudato e importante del set (24-21). La Delta si tranquillizza e al primo tentativo chiude con il mani-out di Fiesoli (25-21).
Il terzo set è equilibrato fin dalle battute iniziali, merito soprattutto di una Sigel decisamente più aggressiva e performante in attacco, con una Tatijana Fucka davvero ispirata (3-4). La centrale ospite Gabrieli torna immediatamente in campo dopo una lieve distorsione alla caviglia, la situazione di incertezza regge fino al 16-16 quando la Delta ritrova in un colpo solo le migliori McClendon e Fiesoli; sono proprio le due laterali di casa a spingere le gialloblù sul 20-17 (pipe di McClendon), Trento si spinge fino al 24-21 grazie al muro di Furlan ma Marsala non ci sta e annulla i primi due set point costringendo Negro a chiamare time out (24-23). Le squadre tornano in campo e Fucka, la migliore in casa Sigel, sbaglia la misura del servizio regalando il punto numero venticinque alla Delta Informatica (25-23) che festeggia così il primo successo stagionale.
«Sono molto soddisfatto della prestazione della squadra perché è la risposta che mi aspettavo e volevo fortemente dopo la sconfitta di San Giovanni in Marignano – spiega a fine gara Nicola Negro, tecnico della Delta Informatica Trentino – Abbiamo giocato una gara molto ordinata, facendo ciò che avevamo preparato durante la settimana; rispetto alla partita con San Giovanni è stata evidente la nostra crescita in ogni fondamentale, in modo particolare abbiamo lavorato bene in attacco, nonostante Marsala abbia offerto un’ottima prova in difesa».

Il tabellino della partita giocata al Sanbàpolis

Delta Informatica Trentino – Sigel Marsala 3-0
Parziali: 25-20, 25-21, 25-23
Delta Informatica Trentino: Moncada 4, Baldi 13, McClendon 16, Fiesoli 13, Furlan 8, Fondriest 5, Moro (L); Mazzon G. 0, Vianello 0, Mazzon A. ne, Carraro ne, Tosi ne, Mason (L) ne. All. Nicola Negro
Sigel Marsala: Avenia 1, Taborelli 4, Salvestrini 7, Angeloni 12, Fucka 14, Gabrieli 4, Ameri (L); Luzzi 2, Turlà 0, Cosi ne, Vaccaro ne. All. Simone Barbieri
Arbitri: Santoro di Varese e Usai di Milano
Durata set: 26′, 27′, 32′ (totale: 1h25′)
Note: Delta Informatica (attacco 47, muro 9, ace 3, errori azione 7, errori battuta 11), Marsala (attacco 39, muro 4, ace 1, errori azione 8, errori battuta 7. Spettatori 300 circa. Mvp: McClendon